La Mountan Bike e il contatto con la natura

La comparsa della mountan bike

Al piacere naturalistico è rinconducibile anche la mountan bike, nata in California negli anni sessanta; ne esistono diversi modelli: quella utilizzata per le escursioni è definita mbk da cross-country.

Il telaio è in alluminio e con un peso molto contenuto.

Esistono diverse regole per la guida della Mtb valide in tutto il mondo. Questo sport venne ritenuto tale e inserito alle olimpiadi nel 1996.

Le prime in Italia furono create dall'azienda Cinelli che le diffuse con il nome di Rampichino.

In questa attività l'atleta deve adeguarsi continuamente alle richieste ambientali, andare in bicicletta potrebbe esporlo a rischi, generalmente non particolarmente gravi; buona norma è portarsi con sè un disinfettante, garze, cerotti, pinzette (per rimuovere eventuali spine), guanti in lattice nel caso in cui sia necessario soccorrere una persona in difficoltà.

Esistono due distinzioni importanti da fare: la prima è il granfondo a cui possono partecipare agonisti, ragazzi ecc, con un kilometraggio che si aggira attorno ai 40 km, l'altra è marahton destinata ai più esperti.

Per chi ama utilizzare questo mezzo è necessario rispettare alcuni piccoli accorgimenti:

-avere sempre il casco ben allacciato

-rispettare le persone e l'ambiente che lo circonda non gettando nulla fuori dalle zone di raccolta rifiuti.

-tenere una velocità adeguata alle proprie capacità.

Agli inizi di Aprile ha preso il via il progetto "Tre Valli Training" che ha come scopo lo sponsorizzare e il diffondersi di questa attività.

La gara avrà inizio in Val d'Illasi per poi proseguire In Val Tramigna e Valle di Mezzan.

I percorsi sono due. Il primo denominato "Classic" destinato ai biker più esperti di una lunghezza di 40 km e l'altro "light" destinato ai giovani di 21 km.